AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoProgetto SeOLProgetto EtnaOnline
La Città

Etimologia del nome 

Sull'etimologia di« Ragalna » ben poco si è scritto, per cui si potrebbe anche supporre che questo nome, nella dizione dialettale, « Rahànna », abbia radice etimologica indiana o greca.
Ragalna si potrebbe infatti fare derivare da « Rago-lògos », che deriverebbe da « Raxlégo », che letteralmente si traduce « Raccoglitore di uva o, meglio, di granelli di uva ».Questa etimologia potrebbe benissimo essere accettata, perché Ragalna si è prestata bene alla produzione di uva da tempo immemorabile..  Manuale
Uva
Un'altra etimologia greca si potrebbe ricavare dalla composizione di « Ra » (radice medicamentosa) e « galàna » o « galéne », da « galenòo » (calmo, acquieto). Quindi, nella traduzione letterale, significherebbe una radice medicamentosa, che calma.
Non si può dire se per radice si intenda la parte di una pianta o si voglia piuttosto allegoricamente rappresentare una località.
Così il toponimo greco verrebbe tradotto come « località di calma, di serenità, di amenità », com' è appunto per eccellenza Ragalna.
Senza lambiccarci troppo il cervello, Rechalena potrebbe anche derivare, dalla radice latina dei verbi « Recaleo » o « Recalesco »:il primo significa « sono continuamente caldo o sono ancora caldo », e, in senso figurato, « mi ravvivo, sono sempre vivo nel cuore » il secondo significa « mi riscaldo, divento nuovamente caldo ». Entrambi i verbi, quindi, come significato, si assomigliano.
Il toponimo farebbe dunque pensare ad una località, che torna ad essere calda, che si riscalda continuamente.
E come non attribuire tale facoltà a Ragalna?
Non sarebbe forzato nè stentato, trattandosi infatti di una località ai fianchi di un vulcano attivo, attorno alla quale le formazioni di bocche vulcaniche, per lo meno nell'antichità, non dovevano essere infrequenti. Rechalena significherebbe, dunque, « località continuamente calda o che torna a riscaldarsi ».

Vulcano
Ragalna risulta come composizione delle parole « Rahal » e « Etna », con la sincope di « et ». In questo caso Ragalna significherebbe « Borgata dell'Etna ». Questa etimologia, che a noi sembra la più accettabile, potrebbe essere impugnata, perché gli Arabi cambiarono il nome di Etna in quello di Mongibello. Ma non ci sembra improbabile che, relativamente ad una borgata, possa essere stata conservata l'antica denominazione del vulcano.

Vulcano 2
Ragalna può anche intendersi come composizione delle due parole « Rahal » e « Anna », con la sincope di « An » significherebbe quindi « Borgata di Anna ». Ma potrebbe essere anche « Borgata antica », interpretando quell'  Anna  con il significato di « vecchia, annosa, antica ».
Ragalna potrebbe ancora risultare dalla fusione delle parole «Rahal» e « nanna », con la sincope di « nan », e potrebbe quindi significare « Borgata della nonna » o « Borgata della nutrice». Anticamente, qualche donna di Ragalna esercitava la professione di nutrice.

Etna
Ragalna potrebbe anche derivare da « Rahal » e « nave », con la apocope di « ve », il che significherebbe « Borgata della Nave ». Questa sarebbe una ripetizione in forma più estesa di quella, che è una contrada di Ragalna, detta « Serra La Nave ».
La spiegazione di questa denominazione andrebbe ricercata nel fatto che, in epoca greca e romana, in queste zone, come già detto, si disponeva di legna per la costruzione del naviglio.
Ragalna potrebbe derivare ancora da « Rahal » e « bona », con la sincope di « bo » in tal caso potrebbe significare « Borgata buona » o « Villabona » come in effetti Ragalna fu pure chiamata nel Settecento. Ragalna, ancora, potrebbe essere nata da « Rahal » e « Amoena », con la sincope di « Amoe », e significherebbe « Borgata amena » come in effetti essa ci è stata da sempre tramandata. Ragalna, infine, potrebbe essere composizione di « Rahal » e «Alna», e significherebbe « Borgata di alberi maestosi », intendendo quell' «Alna» come una generalizzazione del nome di albero « alno », che è un genere di piante delle « Betulacee », con 35 specie nelle regioni temperate.
Ed infatti Ragalna produce molte specie di alberi. « Alna » potrebbe, però,  intendersi anche come toponimo, che si avvicina a quello dell'isola di «Alno », nel Baltico,che dà il nome alla « Alnoite », cioè ad una  roccia eruttiva.
Vecchietta
Quindi la denominazione « Alna » potrebbe essere stata ripresa da qui per accostamento delle rocce eruttive dell'Etna. In conclusione, con le molteplici congetture, a nostro avviso, gli etimi arabi dovrebbero avere prevalenza su quelli greci e su quelli latini. Infatti, in generale, i toponimi sono stati coniati sulle caratteristiche ambientali, come, ad esempio, « Borgata di alberi maestosi » mette in risalto non solo la maestosità degli alberi, ma anche il pregio e i sapori dei loro frutti.
Ma è logico pensare che si potrebbero porre e proporre altre congetture.
La questione rimane comunque sempre aperta all'indagine e alla ricerca degli studiosi e degli appassionati, che volessero leggere nel grande e misterioso libro del passato.